Comunicato Stampa del 23 Giugno 2014

Oggetto: Chiarimenti in merito alla scadenza del prossimo 24 giugno

In vista della scadenza del prossimo 24 giugno, termine ultimo per poter effettuare, cambi di denominazioni, fusioni e trasferimenti titoli, in seno alla FIGC, ci corre l’obbligo di chiarire alcune posizioni:

- Premesso che la scrivente associazione nasceva con compiti ben diversi da quelli di dover lavorare alla formazione di un nuovo soggetto sociale che potesse dare continuità calcistica alla gloriosa storia rossonera, e che per ragioni che tutti ben conosciamo, ci siamo sobbarcati l’onere di operare in tal senso, ma senza nessun obbligo alcuno, se non quello morale, nei confronti di una creatura che da sempre riteniamo patrimonio indispensabile delle nostre Comunità, e sempre con la consapevolezza che da soli, senza l’apporto di altre risorse non si poteva raggiungere tale obiettivo;

- Nell’ottica del trasferimento in Città, di un titolo sportivo abbiamo lavorato negli ultimi mesi, cercando e quasi sempre creando un contatto con tutte le società di serie D e di Eccellenza della provincia di Salerno, avendo quasi mai risposte positive in tal senso, ricordando che le Norme Federali, prevedono il trasferimento di titoli solo nell’ambito della stessa provincia;

- Solo con la società del Città di Agropoli, che la scorsa stagione ha disputato il campionato ad Angri,si è riusciti ad arrivare ad una vera e propria trattativa, vista la disponibilità del patron Giugliano, sia alla cessione del titolo, o in alternativa di partecipare con una quota minoritaria alla nascente società, insieme al gruppo di amici che da tempo lo affianca nel mondo del calcio;

- Dopo un’ attenta analisi e riflessione, con chi da sempre si è dichiarato disponibile alla “rinascita calcistica”, si è spostato l’interesse su altre modalità, previste dalle Norme Federali, che consentono il ritorno del calcio giocato a Nocera, senza intaccare in alcun modo realtà del comprensorio, che si vedrebbero private dello stesso diritto, e che hanno una tempistica differente, rispetto a quella descritta in precedenza.

Fermo restando che in questi mesi, si è lavorato anche alla continua ricerca di imprenditori e o professionisti che potevano allargare il quadro societario, per poter garantire maggiore solidità economica e la massima garanzia per un futuro sempre più roseo, dobbiamo registrare, che al momento all’appello lanciato sia da noi, che da professionisti affermati sul territorio, hanno risposto in maniera positiva, davvero in pochi, ma che c’è ancora la massima disponibilità tutt’ora all’allargamento del tavolo di lavoro e totale apertura all’apporto sia di risorse che di idee che hanno come fine unico la continuità calcistica rossonera.

L'Ufficio Stampa

 

Comunicato Stampa del 5 Maggio 2014

Oggetto: Posizione in merito alle accuse dei Media Nazionali

Lo spettacolo indecoroso andato in scena a Roma in occasione della finale della Tim Cup ha nuovamente portato alla ribalta, in maniera estremamente negativa, il nome di Nocera e dei propri sostenitori.

I media nazionali, anziché porre l’attenzione sull’ennesimo rovescio di chi dirige la macchina del vapore del calcio italiano, hanno preferito menzionare, in maniera del tutto opportunistica, avvenimenti diametralmente opposti alla violenza ed alle dinamiche di trattativa poste in essere allo Stadio Olimpico, proprio sotto gli occhi delle più importanti cariche istituzionali.

Non volendoci soffermare sull’inaudita, becera e bestiale aggressione subita dal giovane Ciro Esposito, a cui porgiamo i nostri migliori auguri per una pronta guarigione, non ci esimiamo, al tempo stesso, dal sottolineare il continuo e totale fallimento di coloro i quali sono chiamati a gestire l’ordine pubblico, e che hanno permesso addirittura ad un “ultras” di sindacare sull’eventuale svolgimento di una gara, mentre lo stesso sfoggiava, con vanto, una maglia che inneggiava alla scarcerazione dell’assassino dell’agente Raciti.

E’ bastato davvero poco per far riaffiorare tutti i limiti strutturali di un calcio oramai alla deriva, oltre che l’inadeguatezza di un sistema legislativo troppo arretrato rispetto ai tempi attuali. Il salvacondotto Nocerina, nella sua complessità, non ha, pertanto, fornito alcun risultato se non quello di privare un territorio, distintosi da oltre un secolo per passione e calore, del calcio professionistico, a causa del comportamento antisportivo di alcuni tesserati dell’A.S.G. Nocerina, come accertato dai due gradi di Giustizia Sportiva.

Con troppa semplicità si è puntato il dito contro un’intera comunità, dipingendola come il fulcro di tutti i mali nazionali, al fine di salvaguardare l’immagine di un sistema già minato sin dalle fondamenta dai fatti di Calciopoli, prima, e Scommessopoli poi.

L’Associazione Nocerini, in maniera più assoluta, non tollererà più accostamenti, dei colori rossoneri e di coloro che li sostengono, ad episodi di violenza e/o intolleranza, chiedendo in maniera ufficiale alle Istituzioni locali di tutelare l’immagine dell’intera cittadinanza, uscita nettamente massacrata da quanto prima citato.

 

L’Ufficio Stampa

 

Comunicato Stampa dell'8 Aprile 2014

Oggetto: Dimissioni del Presidente Onorario

L'Associazione Nocerini comunica di aver ricevuto ed accolto le dimissioni, dalla carica di Presidente Onorario, del sig. Alfonso Scannapieco, il quale, non potendo più adempiere a tempo pieno e con la consueta professionalità alle mansioni richieste da tale ruolo, si riserva di perseguire nel solo ruolo di membro del Consiglio Direttivo. Nel ringraziare il Direttivo stesso per il conferimento del suddetto incarico all'atto della fondazione, il Presidente comunica, altresì, che le proprie dimissioni saranno esecutive a partire dal giorno 9 Aprile 2014.

L’Ufficio Stampa

 

Comunicato Stampa del 9 Aprile 2014

Oggetto: Organizzazione Incontro Pubblico “Calcio a Nocera: quale futuro?”

Vista l’attuale situazione di ambasce che vive il calcio nelle due Nocera, a seguito delle note vicende del post derby dell’Arechi, l’Associazione Nocerini, organizza “Il calcio a Nocera, quale futuro?”, pubblico incontro che proverà a chiarire intendimenti e volontà, affinché si possa dare prosieguo alla passione rossonera.

La manifestazione, aperta a tutti, si terrà presso la sala interna del Bar Ever Garden, sito al Corso Giacomo Matteotti in Nocera Superiore, mercoledì 16 aprile, con inizio alle ore 19,00. 

“Il silenzio di questi mesi sta lacerando una piazza che vive della passione per la maglia rossonera” continua il presidente dell’Associazione Nocerini il dott. Giovanni Rossi, “Sarà l’occasione per mettere allo stesso tavolo Istituzioni, tifosi, imprenditori, dirigenti, sportivi e tutti quelli che hanno a cuore le sorti del calcio a Nocera, e perché no, dare a noi l’opportunità di presentare le nostre iniziative e chiarire le nostre posizioni, qualora ce ne fosse bisogno” , conclude “daremo la possibilità a tutti di dire la loro, con interventi programmati, nella speranza che ci sia la partecipazione di chi gestisce l'attuale compagine rossonera, e confidando nell’intervento massiccio e composto degli sportivi nocerini”

L’Ufficio Stampa

 

Comunicato Stampa del 20 Marzo 2014

Oggetto: Organizzazione prima edizione del Casimiro Day

Nel ricordo del compianto Casimiro Iannone, storico esponente del tifo rossonero, l'Associazione Nocerini organizza, in collaborazione con la Curva Sud, la prima edizione del "Casimiro Day", prevista per Sabato 22 Marzo. A partire dalle ore 17.00, presso l'impianto sportivo di Pareti-Pucciano, scenderanno in campo due rappresentative di tifosi, per poi dare spazio, intorno alle 19.00, all'animazione per i più piccoli, in Piazza Amendola a Nocera Inferiore. L'intera comunità è invitata a prendere parte all'evento.

L’Ufficio Stampa

 

 

 

Pagina 4 di 6

Le Aziende che ci sostengono

Attianese

via Nazionale 211 - S. Egidio Monte Albino
tel. 081.918096 - 392.8768013

La Casereccia

via dei Sarrasti, 56 - Nocera Inferiore
tel. 331.4252839